FANDOM


Aisha in film 2

Bloom, che ha da poco ritrovato i suoi genitori, fa fatica ad essere la "principessa perfetta" che il suo regno si aspetta. Al termine di una giornata romantica passata insieme a Sky, quest'ultimo chiede all'amata di sposarlo e lei accetta gioiosa. Poco dopo però, Sky le rivela di non poterla più sposare, suscitando l'amarezza di lei e l'ira del re suo padre. Il resto delle Winx allora, volano su Domino per cercare di risollevarle il morale. Sky, intento a svelare all'innamorata la ragione per cui ha ritirato la sua proposta di matrimonio, penetra nel palazzo di Domino, ma Oritel lo bandisce dal regno. Bloom chiede al padre di concedergli una possibilità, ma lui rifiuta. Alla luce di ciò, la fata abbandona il regno, e, insieme alle migliori amiche, ritorna a Gardenia da Mike e Vanessa.

Aisha, flora e stella in film 2

Intanto, le Trix, per direttiva delle Tre Streghe Antenate, libere dalla Dimensione Obsidian, cancellano la magia positiva dell'Albero della Vita, privando tutte le creature fatate della Dimensione Magica dei propri poteri. Accompagnate dagli Specialisti, le Winx si recano presso l'isola di Havram, dove si trova una pianta derivata dell'Albero della Vita, in grado di ripristinare la magia buona nella Dimensione Magica. Il gruppo di eroi riesce nella missione, ma le Winx sono costrette a combattere una pericolosa battaglia contro le Trix, possedute dalle Tre Streghe Antenate a seguito del loro fallimento.

Flora e aisha believix in film 2

Alla fine, grazie ad un incantesimo di convergenza Believix e al potere della Fiamma del Drago di Bloom, le Winx riescono a sconfiggere le Antenate, annientando per sempre le tre streghe, mentre le Trix, vengono liberate dalla loro possessione. Oritel salva Erendor in fin di vita. Quest'ultimo chiede lui perdono, cosicché il re di Domino e quello di Eraklyon si chiariscono, concedendo ai rispettivi figli il permesso di sposarsi.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.